lunedì 4 marzo 2013

E le stelle stanno a guardare...



Nessuna miniera, nessuna faccia sporca di polvere di carbone, nessuna lampada ad acetilene. Solo vecchi e nuovi parlamentari in attesa di svolgere il proprio compito. Di poco pulito ci sono le mani e la coscienza di molti. E l'aria delle nostre città, Parma compresa. La scena è l'Italia del 21 esimo secolo e non il Northumberland di un secolo fa. E la questione è nota e dibattuta: riusciremo ad avere un nuovo governo? 
Tornano alla mente altre suggestioni letterarie di un secolo fa e il poco lusinghiero giudizio del premio Nobel John Galsworthy sui politici di ogni tempo: 

"Vi è un unica regola per gli uomini politici di tutto il mondo: quando sei al potere, non dire le stesse cose che dici quando sei all'opposizione. Se ti ci provi, ci guadagni soltanto di dover fare quello che gli altri hanno trovato impossibile."

Nessun commento:

L'accalappiaPOST

La confraternita dell'uva