martedì 12 febbraio 2008

Il signore del Male



La notizia della morte di Sergio Angeletti in arte Angese (leggetela nel racconto appassionato dell'amico Jacopo Fo) é arrivata improvvisa sui grandi giornali nazionali e perfino ai Tg televisivi di prima serata.
Lo avevamo conosciuto negli anni '70 protagonista, insieme ad altri grandi disegnatori, dell'irripetibile stagione satirica della rivista "il Male". Successivamente aveva messo il suo talento a disposizione di diverse collaborazioni ed anche dell'insegnamento con l'inedità Scuola di Giornalismo Disegnato di Perugia, che come le più belle cose visse una sola stagione.

(Il Male n.20/1978)

Ma, malgrado la genialità e l'originalità non offuscata dalla malattia, nessuno dei direttori di quei giornali che oggi lo ricordano gli ha mai commissionato in questi ultimi lunghi anni uno straccio di lavoro.
Eppure era bravo Angese, molto bravo e anche intelligente. Ma di un intelligenza scomoda. Sembra che proprio non si piegasse ai "suggerimenti" opportunistici del potere.


Le sue ceneri saranno sepolte in un bosco umbro.
Io sono certo che lì intorno sorriderà la natura.

Nessun commento:

L'accalappiaPOST

La confraternita dell'uva