mercoledì 4 giugno 2008

Bestiario veneto

Il leghista-mussoliniano Giancarlo Gentilini, ne ha sparata un'altra delle sue. L'ex sindaco e attuale vice-sindaco di Treviso si dimostra ancora una volta stimolato dal mondo animale.
Dopo il manifesto e "scherzoso" proposito di far travestire da leprotti gli stranieri della zona in modo da poter far esercitare i cacciatori locali, ora fa sul serio. E' di qualche giorno fa l'intervista nella quale dichiara l'inizio della sua battaglia per impedire l'accesso in città a cani di razze non venete. Che dire? Non mi sorprende.
In fin dei conti difende il suo pedigree.

Come alza la zampa e Marca il territorio lui non lo fa nessuno. Gli mancasse pure la parola...

Nessun commento:

L'accalappiaPOST

La confraternita dell'uva