giovedì 22 gennaio 2009

UBIK l'evasore fiscale.



« Io sono Ubik. Prima che l'universo fosse, io ero. Ho creato i soli. Ho creato i mondi. Ho creato le forme di vita e i luoghi che esse abitano; io le muovo nel luogo che più mi aggrada. Vanno dove dico io, fanno ciò che io comando. Io sono il verbo e il mio nome non è mai pronunciato, il nome che nessuno conosce. Mi chiamo Ubik, ma non è il mio nome. Io sono e sarò in eterno »
(Philip Dick, Ubik)


Chi è Ubik?

Dove sta Ubik?


Ubik dal latino ubiquitate, ‘onnipresenza’.


Ubik è anche tra noi. Alla luce del sole.

Magari sotto le mentite spoglie di un italiano furbetto qualunque, ha assunto le sembianze di un evasore ICI grazie all'abolizione dell'imposta sulle "prime" case.

Un cambio di residenza fittizio e il gioco è fatto. Vivi, lavori in un luogo e risiedi ufficialmente in un altro. Al mare, in montagna, in un bella città d'arte... L'equazione impossibile dell'ubiquità trova così soluzione nella furbilandia tricolore.

Negli ultimi mesi si è occupata del problema l’Agenzia delle Entrate, che lo considerava già un fattore d’evasione quando esisteva una semplice differenza d’aliquota, figuriamoci ora che consente l’evasione totale dell’imposta.


Poi il lamento è diventato un coro, quello dei comuni ad alta percentuale di seconde case per motivi turistici:



Infine anche i professionisti del settore demografico iniziano a valutare le conseguenze del fenomeno a cui hanno dedicato addirittura un recente Convegno Nazionale, i cui atti recitano tra l'altro:
"Il vantaggio economico che ne può trarre aggirando la norma può arrivare fino a 18mila euro. I casi elaborati di risparmio si riferiscono a: abolizione dell’Ici, utenze scontate, permessi parcheggi, esenzioni ticket sanitario, imposta di registro ridotta, tasse universitarie, tia (tariffa di igiene ambientale), rimborsi spese per particolari incarichi politici, agevolazioni creditizie per mutuo e IVA ridotta su acquisto prima casa, detrazioni per interessi passivi e oneri, detrazioni per intermediazione immobiliare, Irpef e tante altre casistiche…"


Eppure, malgrado la crisi imporrebbe il recupero della più piccola risorsa economica, per far fronte alle esigenze di chi è in grossa difficoltà, tutto questo rimane inascoltato.


Ubik dunque meschina incarnazione reale di una idea di Fantascienza rende concreto il rischio che la sorte degli onesti in questo paese sia di riflesso profetizzata da quel

« Io sono vivo, voi siete morti » del romanzo di P.K.Dick.
.

3 commenti:

camilla ha detto...

ro Roberto, ti ringrazio per il generoso commento... anch'io spesso leggo il tuo blog ma non lascio tracce... ch dici ti va di essere mio mico su facebook? è un luna park a cui si sono sicritte persone che mai avrei immaginato...
baci
Camilla

camilla ha detto...

oddio... sembro dislessica.. sono stanchina...

camilla ha detto...

te lo do qui un caldo benvenuto fra i miei lettori!
grazie!
ti sento piuttosto vicino sulle questioni fiscali...
qual'è la tua "copertura" della VERA identità di blogger?
:-))

L'accalappiaPOST

La confraternita dell'uva