venerdì 29 gennaio 2010

Holden Caulfield e l'epitaffio paterno


"Ragazzi, quando morite vi servono di tutto punto. Spero con tutta l’anima che quando morirò qualcuno avrà tanto buonsenso da scaraventarmi nel fiume o qualcosa del genere. Qualunque cosa, piuttosto che ficcarmi in un dannato cimitero. La gente che la domenica viene a mettervi un mazzo di fiori sulla pancia e tutte quelle cretinate. Chi li vuole i fiori, quando sei morto? Nessuno."
Così qualche anno fa Jerome David Salinger dichiarava il suo biasimo per le celebrazioni di coloro che passano a miglior vita.

E alla sua morte qualcuno si è sentito forse in dovere di ricordarsene a dispetto di tutti:
"Sì, grazie a Dio è finalmente morto. Cazzo, ho aspettato questo momento da una vita. Stasera si festeggia."
Con queste parole Bret Easton Ellis
ha accolto infatti la notizia della morte del padre del Giovane Holden.
Quest'ultimo avrebbe sicuramente gradito.

1 commento:

Simona ha detto...

Ti seguo da un po' e mi piace molto il tuo "scrivere" ti va di partecipare ad un concorsino letterario???
Vieni a vedere
http://lapaludedicolori.blogspot.com/

L'accalappiaPOST

La confraternita dell'uva