lunedì 30 maggio 2011

Milano-Napoli: risvegli di una coscienza assopita

"Da un lato le mie ragioni laiche di ottimismo e pessimismo, il mio razionalismo settecentesco di ex borghese,l'abitudine a ragionare per immagini, l'ideale comunista, la maturità insofferente di chi preferisce fare l'amore il pomeriggio e la sera dormire da solo, il mio bisogno struggente di bellezza [...] 
...dall'altro, una processione di carne malata e infetta, il sangue avvilito, il danno del caso, della lue, dell'alcol e degli incesti, il vittimismo cattolico, l'umanità orbata al posto dell'uomo...un'India di gente infelice, di "beghine senza età"...e in mezzo un traffico osceno di voti, un sentore d'imbroglio, i ricatti della religione e del potere.
Fumo e osservo nei cortili questa città [...]
E per poco mi sembra di capire.Di intuire il collo storto della società.Sono venuto qui a scrutinare solo uno stormo di pensieri neri sotto la pioggia."


Da "La giornata di uno scrutatore" di I.Calvino






E poi, capita che al termine dello scrutinio ti desti col riflesso dorato della Madonnina nell'azzurro cobalto di un inedito cielo milanese, mentre sul golfo, all'ombra del Vesuvio, si annusano nell'aria aromi ormai dimenticati...



5 commenti:

Carlo T. ha detto...

Il vero artefice di questa vittoria del centrosinistra è Berlusconi, che con la sua fobia di Pisapia e dei magistrati è riuscito a far eleggere un ex comunista a Milano ed un ex magistrato a Napoli. Fossero stati sostenuti dal PD avrebbero vinto Moratti e Lettieri. E di molto.
Non credo che oggi la sinistra abbia molto da festeggiare e che abbia fatto man bassa di elettori e preferenze. Temo, piuttosto, che gli elettori di dx abbiano imparato a non credere nei miracoli del teleimbonitore di Arcore, che comunque è già qualcosa...

LadyRevolution ha detto...

Caro Roberto, oggi Milano era meravigliosa. Oggi è stato un buon giorno. Pisapia pisapia che la moratti si porta via.

roberto c. ha detto...

@Carlo

Perde Berlusconi e con lui la politica che trascura i problemi delle persone per interessi propri e di gruppi di potere (come il PD bassoliniano a Napoli).
Vincerà l'Italia se queste nuove amministrazioni sapranno rinnovare metodi e obiettivi da raggiungere, partendo dai problemi reali, meglio se con un occhio particolare ai giovani e a quelle classi subalterne sempre più in difficoltà in questo paese.

Rosario ha detto...

Finalmente una presa di coscienza, un risvrglio dal letargo di anni, una voglia di tornare a vivere, secondo diritti, che scalpita in ognuno di noi. Speriamo sia davvero un buon modo per ri-iniziare un percorso alternativo!

Giovanni Silvio Celentano ha detto...

BERLUSKA NON HA CAPITO CHE STA TRAMONTANDO !!!
Ho deciso di seguire questo blog,spero che tu un giorno visiti il mio e magari decida di seguirlo...credo di aver postato varie cosette che potrebbero interessarti !

L'accalappiaPOST

La confraternita dell'uva