mercoledì 18 aprile 2012

CasaPound e gli sciuscià

Umbria, Elezioni Amministrative 2012

Pacchi di pasta gratis per ottenere voti.


CasaPound, l'organizzazione di ispirazione neofascista, con rappresentanti di rilievo regionale candidati nelle liste a sostegno del candidato sindaco del centrodestra  a Todi,  come Achille Lauro, il populista, fascista e monarchico sindaco nella Napoli dell'immediato dopoguerra.
Dunque l'Italia del 2012 considerata come la disastrata Napoli degli sciuscià di sessant'anni fa?


Sembra proprio di si.
In fondo perché meravigliarsi?


Oggi come nel 1952, si trova sempre qualcuno che per sbarcare il lunario cerca di dare una sporcatina di nero allo stivale.






Foto in CC di Zverina

3 commenti:

Massimo Caccia ha detto...

Acuta osservazione social-politica! Occorre alzare la guardia.
Buona serata

roberto c. ha detto...

Si, bisognerebbe tenere sempre alta la guardia.
Eppure tra un mascheramento da associazione pseudoculturale e un omicidio come quello dei senegalesi a Firenze, questi signori in palese contrasto con la Costituzione fanno proseliti e riescono anche a trovare spazio nelle liste dei sedicenti moderati di centrodestra...

Antonio ha detto...

caramelle, cioccolata e sigarette sarebbe sembrato troppo americano! e poi magari avrebbe ricordato tempi in cui la gente aveva ancora fresca la ferita del fascismo.

L'accalappiaPOST

La confraternita dell'uva