lunedì 10 novembre 2008

Mondi al limite. Scrittori per Medici senza Frontiere

Testimoni, non testimonials!

"Il testimone è qualcuno che parla sempre in prima persona, che mette in gioco la propria sensibilità e le proprie emozioni, il testimonial al contrario propone una lezione altrui."

Così, Konstantinos Moschochoritis Direttore generale di MSF Italia, illustra il senso dell'iniziativa che vede diversi progetti dell'associazione, in Italia e all'estero, protagonisti dei racconti di nove scrittori italiani di fama.

Dalla Cambogia alla Repubblica Democratica del Congo, dalla Colombia all'Italia, i nove scrittori italiani attraverso quattro continenti offrono un affresco fatto di ritratti, storie dure e realtà drammatiche dipinto dalla variegata sensibilità degli scrittori, per la prima volta a contatto con situazioni al limite.
L'opera, edita da Feltrinelli, è corredata dai disegni di Emilio Giannelli.

I racconti:

Alessandro Baricco
La normale vita di Naing Nay
Stefano Benni
C'era una volta l'AIDS
Gianrico Carofiglio
Sommarie informazioni a Bogotà
Mauro Covacich
Bungee jumping a Takeo
Sandrone Dazieri

Una persona alla volta
Silvia Di Natale
Il risveglio di Roxana
Paolo Giordano
Mundele
Antonio Pascale
Medici di se stessi
Domenico Starnone

Condom Butterfly





Nessun commento:

L'accalappiaPOST

La confraternita dell'uva