lunedì 6 ottobre 2008

Harry Potter e i doni della ricchezza


Poniamo il caso che foste disoccupati e con prole a carico. Senza speranze di trovare un nuovo lavoro, e quindi una fonte di sostentamento alternativa al sussidio di disoccupazione.
Vi rivolgereste mai ad un mago, un maghetto nella fattispecie, per cambiare vita?

Beh, memori delle VanneMarchi nostrane, pochi di noi risponderebbero affermativamente...

Ma sbaglierebbero!
J. Rowling era esattamente in quella precaria situazione quando la la Bloosmury acquistò i diritti del primo libro di Harry Potter. E il maghetto non si fece pregare.
Come un tardo e anomalo alchimista tramutò montagne di carta, mattoni di pagine, in oro puro!


Sette Euro al secondo, 240 Milioni di Euro l'anno, sentenzia l'ultima dichiarazione dei redditi della donna più ricca d'Inghilterra.
Non
vi sta venendo per caso un'improvvisa, ma irresistibile, voglia di destreggiarvi con pluffe, quidditch e babbani?

1 commento:

Anonimo ha detto...

Sono l’ideatore di una community che raccoglie circa 450 artisti e si chiama Progetto Cicero (http://progettocicero.ning.com).
Stiamo tentando un esperimento di comunicazione on-line basato sulla creazione di comunità piccole ma dotate di una forte coesione tra i membri che viene ottenuta sia con regole di comportamento (nominalità, tolleranza, proattività ed educazione) sia con la condivisione di discussioni e ragionamenti.

Allo scopo di alimentare la discussione tra di noi e trarre ispirazione dalla stessa, abbiamo dato il via ad un’attività che si chiama “Quindi-Ci” (http://progettocicero.ning.com/group/quindici).
In soldoni, ogni 15 giorni ci diamo un tema e lo trattiamo con diversi linguaggi.
In una sorta di gioco/concorso, passata la quindicina, scegliamo l’intervento più interessante.

Il tema attuale è "La vera ricchezza".

Ti scrivo in quanto, nel documentarmi, ho trovato la tua pagina di blog ed ho pensato di invitarti ad alimentare con essa la nostra discussione nella convinzione che, quello che per te sarebbe un secondo di taglia ed incolla, per noi potrebbe essere la fonte di spunti interessanti e la possibilità di aggiungere nuove menti brillanti al nostro gruppo.
Tu potresti pubblicizzare il tuo Blog e trovare persone interessanti con cui discutere.

Spero che considererai il mio messaggio come il complimento che esso è.
Un saluto

Guido Mastrobuono
(Direttore del Progetto Cicero)

PS.
Coerentemente con i nostri obiettivi, per l’accesso alla comunità, richiediamo una registrazione nel sito all’indirizzo http://progettocicero.ning.com/?xgi=db6QQdU , per la quale sono richiesti i seguenti dati: Nome, Cognome, Età, Residenza ed una foto del viso.

L'accalappiaPOST

La confraternita dell'uva