giovedì 9 aprile 2009

Terremoto: le voci diverse

"Non ho tempo.
Dietro Miss Kappa c'è Anna Pacifica Colasacco, nata a L'Aquila il 22 luglio 1956 e residente, fino al 6 aprile 2009, in via Costa Masciarelli,8...

Non sono anonima e non lo sono mai stata. Sono disperata, ma lucida..."


Esordisce così in un suo post, per fugare ogni dubbio sulla propria attendibilità, Anna alias MissKappa, una blogger in diretta dal terremoto abruzzese, che prova a raccontare in modo diverso quanto è avvenuto e sta avvenendo a l'Aquila e nei suoi immediati dintorni.

Nei suoi post ci mette in guardia contro l'autoassoluzione dei vertici della Protezione Civile riguardo al mancato preallarme, contro il rischio dello "sciacallaggio" sugli aiuti e sulla minimizzazione di danni e morti da parte dei rapporti ufficiali.

Il coraggio e la libertà sembrano non mancarle, soprattutto in considerazione della vulnerabilità della sua condizione.

Qui il link al blog di MissKappa che garantisce da qualche giorno un contributo indipendente e meno rassicurante nel panorama dell'informazione dal capoluogo abruzzese.


Altra voce dissonante rispetto a quella dei mass-media ufficiali è quella di Byoblu il videoblog di Claudio Messora, che prova a far luce sui morti clandestini, gli stranieri a cui si sarebbero affittati in nero i seminterrati del centro storico e che ora verrebbero ignorati dalle statistiche ufficiali.

Qui il link al post dal videoBlog di ByoBlu.


AGGIORNAMENTO DEL 10.4.2009

Qui l'intervista completa ad Anna gentilmente concessa in CC da Blogosfere, dove si citano le fonti che lascerebbero dubitare del corretto conteggio ufficiale delle vittime.

Nella foto il Cretto di Burri a Gibellina (valle del Belice) concessa in CC da
http://www.flickr.com/photos/lorca/

1 commento:

Stefi ha detto...

Grazie Roberto!
Stefi

L'accalappiaPOST

La confraternita dell'uva